lun 05 ott | ALEXANDERPLATZ JAZZ CLUB

Alexanderplatz Junior Club presenta Vittorio Solimene " Still Image"

Antonio Floris – Chitarra Vittorio Solimene – Organo hammond Cesare Mangiocavallo – Batteria La prima data della rassegna Alexanderplatz Junior Club, dedicata ai nuovi talenti della scena jazz romana. Un appuntamento al mese, sempre di lunedì
La registrazione è stata chiusa
Alexanderplatz Junior Club presenta Vittorio Solimene " Still Image"

Orario & Sede

05 ott 2020, 21:00 – 06 ott 2020, 01:00
ALEXANDERPLATZ JAZZ CLUB, Via Ostia, 9, 00192 Roma RM, Italia

Info sull'evento

Alexanderplatz Junior Club presenta Vittorio Solimene " Still Image"

Antonio Floris – Chitarra

Vittorio Solimene – Organo hammond

Cesare Mangiocavallo – Batteria

La prima data della rassegna Alexanderplatz Junior Club, dedicata ai nuovi talenti della scena jazz romana.

Un appuntamento al mese, sempre di lunedì

Il progetto nasce con l'intento di esplorare le sonorità dell'hammond trio, cercando un

compromesso tra tradizione e modernità di questo particolare strumento. La giovane

formazione, composta da chitarra, organo hammond e batteria, propone un repertorio

che comprende standard meno esplorati della tradizione jazzistica, ed alcuni originali

dei membri del gruppo.

Vittorio Solimene è nato a Napoli il 9 gennaio 1998. Ha iniziato gli studi di

pianoforte all’età di 12 anni. All’età di 15 anni viene ammesso al triennio

accademico di pianoforte jazz presso il Saint Louis College of Music di Roma

dove, nel luglio 2017, consegue la laurea triennale in Pianoforte Jazz con la

votazione di 110 e lode. Nel giugno 2020 completa il suo percorso di studi

presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma ottenendo la laurea biennale

con la votazione di 110 e lode con menzione d'onore. È stato allievo di

Ramberto Ciammarughi, Roberto Tarenzi, Pierpaolo Principato, Dario Zeno,

Alessandro Gwis, Pat Bianchi. Ha partecipato ai seminari di: “Tuscia in Jazz”

frequentando i corsi di Aaron Parks nel 2014; “Siena Jazz” frequentando i

corsi di Gerald Clayton, John Escreet, Franco D’Andrea e Stefano Battaglia,

Mark Giuliana, Shane Endsley nel 2015. Nel maggio 2017 ha vinto il primo

premio assoluto nella sezione solisti del concorso “Paolo Randazzo”, è stato

finalista al concorso “Chicco Bettinardi” nel gennaio 2016 e al “B-Jazz

International Contest” nel marzo 2017, in entrambi nella sezione per gruppi.

Ha avuto la possibilità di suonare in alcuni dei più importanti club e teatri in

Italia (Auditorium Parco della Musica, Casa del Jazz, Teatro Eliseo) e

all’estero (Germania, Olanda, Inghilterra, Spagna, Finlandia e Belgio). Ha

partecipato, inoltre, a rassegne e festival quali: “Ischia Jazz”, “Acuto Jazz”, “”Il

Jazz Italiano per le terre del sisma, “Jazzit Fest”, “Palestrina Jazz”, “Jazz

Nights at Casilini’s Garden”, “Eddie Lang Jazz festival” ed altri. Ha la

possibilità di esibirsi con musicisti della scena italiana e internazionale tra cui:

Kurt Elling, Rosario Giuliani, Fabrizio Bosso, Gegè Telesforo, David

Rockefeller, Jerome Sabbagh, Gegè Munari, Dino Piana, Gianni Coscia. Il 6

maggio 2017 è stato invitato come ospite dell’Orchestra Jazz residente

dell’Auditorium Parco della Musica in occasione dell’omaggio a Massimo

Urbani. Nell’ottobre del 2017 forma un trio a suo nome con Francesco

Ponticelli al contrabbasso e Riccardo Gambatesa alla batteria, con il quale ha

inciso un disco in uscita per la Auand a marzo 2019. Attualmente vive

stabilmente a Roma dove svolge un’intensa attività concertistica.

Condividi questo evento